Rimedi per la gengivite: cause, sintomi e prevenzione

Rimedi per la gengivite: cause, sintomi e prevenzione
Disturbi e come curarli Dott. Marco Guglielmi

Rimedi per la gengivite

Avere denti sani richiede un impegno costante, sane abitudini quotidiane e i prodotti giusti per l'igiene orale. Oltre allo spazzolamento dei denti, mai trascurare le gengive perché una bocca sana inizia proprio da qui, la gengivite infatti è l’infiammazione del tessuto gengivale che si manifesta quando la placca si accumula sui denti e diventa tartaro. Non curata la gengivite può degenerare in parodontite, una delle principali cause della perdita dei denti negli adulti. Del resto non sempre questa infiammazione si presenta con sintomi dolorosi e sanguinamento, spesso anzi non causa dolore e le persone non sanno nemmeno di averla, per questo è importante la visita dal dentista almeno due volte all'anno, per un controllo accurato e la rimozione del tartaro, che è il primo tra i rimedi per la gengivite.

Gengivite: cause

Trattare e prevenire la gengivite significa eliminare la placca da denti e gengive. Il tartaro invece può essere rimosso solo dal dentista, l'uso di prodotti per l’igiene orale aiuta proprio a ridurre la quantità di tartaro che sarà poi rimossa dal dentista.

Gengivite antibiotico

Per trattare le malattie gengivali, il dentista potrebbe consigliare gli antibiotici, tra questi amoxicillina, doxiciclina, tetraciclina e minociclina. Naturalmente la terapia antibiotica è indicata per ascessi parodontali con manifestazioni sistemiche come febbre o malessere generale.

Gengivite bicarbonato

Un trattamento per le malattie gengivali è l'uso del bicarbonato di sodio che agisce direttamente per neutralizzare gli acidi della bocca e ridurre al minimo il dolore ai denti. Il bicarbonato va semplicemente mescolato con acqua tiepida e strofinato sulla zona interessata per un sollievo immediato. Efficace però anche il dentifricio che contiene bicarbonato di sodio, in grado di ridurre placca e sanguinamento.

Come prevenire la gengivite

L'acqua è la bevanda migliore per una buona salute, compresa la salute orale: i dentisti consigliano di bere acqua dopo ogni pasto per eliminare parte degli effetti negativi di cibi e bevande. Gli alimenti freschi e croccanti non solo contengono fibre sane, ma sono anche la scelta migliore per i denti, meglio ridurre gli alimenti ad alto contenuto di zucchero invece, poiché favoriscono la placca, come pure il the e il caffè. Passaggi fondamentali per la prevenzione:

  • Spazzolare denti e gengive almeno due volte al giorno per non meno di due minuti, soprattutto prima di andare a dormire, per eliminare germi e placca che si accumulano durante il giorno. Sostituire lo spazzolino ogni 3 mesi, le setole usurate rimuovono meno placca.

Meridol Parodont Expert, spazzolino con le setole dalle estremità coniche e super sottili e setole a tre punte per rimuovere la placca e prevenire le infiammazioni gengivali. Con setole extra morbide questo spazzolino è progettato per gengive irritate e a rischio di parodontite.

Oral-B Power star wars lo spazzolino elettrico per bambini con i personaggi Disney Star Wars, ricaricabile con setole morbide, è compatibile con l’app Disney MagicTimer di Oral-B. L’app aiuta i bambini a spazzolare i denti per il tempo consigliato dai dentisti e ad acquisire abitudini di igiene orale corrette.

  • Usare un dentifricio al fluoro, sostanza fondamentale per la salute orale, è una delle principali difese contro la carie, oltre a fornire una barriera protettiva per i denti e gengive.

Oral-B Gengive & Smalto Repair Classico è un dentifricio dall’azione antibatterica per la pulizia quotidiana che aiuta a rigenerare le gengive e a riparare lo smalto, difende i denti dall’erosione causata dagli acidi.

Elmex protezione carie professional, grazie alla tecnologia brevettata del neutralizzatore degli acidi dello zucchero, questo dentifricio aiuta a prevenire a lungo termine la carie. Contiene arginina che favorisce un aumento del pH nella placca compensandone la diminuzione dovuta all'assunzione del cibo.

Dentifricio Parodontax Herbal Fresh, rinforza i denti grazie al fluoro e dona alito fresco, mantenendo le gengive sane.

  • Il filo interdentale dopo aver lavato i denti è un passaggio molto importante, non solo elimina i pezzetti di cibo che potrebbero rimanere bloccati tra i denti ma protegge le gengive, riduce la placca e aiuta a controllare l'infiammazione delle mucose.

Oral-B Filo interdentale cerato, rimuove la placca, scorre facilmente tra i denti, resiste a rotture e sfilacciamenti, è delicato e confortevole sulle gengive. Da usare quotidianamente.

  • Il collutorio aiuta in diversi modi: riduce la quantità di acido nella bocca, pulisce le aree difficili da spazzolare dentro e intorno alle gengive e rimineralizza i denti. Soprattutto per bambini e anziani, dove la capacità di spazzolare e usare il filo interdentale potrebbe essere più limitata, il collutorio è particolarmente utile. Da preferirne uno senza alcool, che neutralizza l'accumulo di batteri nocivi della placca e riduce il sanguinamento delle gengive come Parodontax Herbal per denti e gengive sane

Meridol colluttorio, contiene fluoruro amminico/fluoruro stannoso che inibisce in maniera specifica i batteri associati alla gengivite, promuovendo così il ripristino di una flora orale sana. Disattiva la placca residua e inibisce la formazione di nuova placca, promuovendo in tal modo la naturale rigenerazione delle gengive irritate. Non contiene alcool.

Fattori di rischio

I fumatori hanno maggiori probabilità di soffrire di malattie gengivali rispetto ai non fumatori: il fumo è uno dei maggiori fattori di rischio associati alla gengivite. Anche i cambiamenti ormonali tra cui pubertà, gravidanza, menopausa e mestruazioni causano una maggiore sensibilità e infiammazione delle gengive, in questi particolari momenti di cambiamenti fisiologici si deve prestare molta attenzione ai denti e all’igiene orale. Infine farmaci e malattie croniche influiscono sulla salute orale, informare quindi tempestivamente il dentista.

Gengivite sintomi

Sintomi della gengivite a cui prestare molta attenzione:

  • Gengive arrossate e gonfie, sanguinamento soprattutto durante e dopo il lavaggio o l’uso del filo interdentale.
  • Dolore e sensibilità ai denti, se le gengive si ritirano i denti sono più esposti e sensibili a cibi e bevande, al caldo e al freddo.
  • Alito cattivo, la placca contiene molti batteri che producono scarti maleodoranti.
  • Denti instabili, a un livello più avanzato la gengivite diventa parodontite.
  • Se le gengive sono doloranti dopo aver usato il filo interdentale o lo spazzolino, o se sanguinano, non smettere di curare l’igiene orale, magari con uno spazzolino dalle setole morbide.
  • Controllare spesso le gengive allo specchio per rilevare eventuali cambiamenti di colore o consistenza. Se il loro aspetto cambia consultare il dentista e l'igienista.

Fonti

Foto: Pixabay.com